In un recente studio condotto dal Dipartimento di Patologia, Facoltà di Medicina e Odontoiatria dell’ Università di Valencia, su 157 campioni di tessuto neoplastico prelevati da pazienti con tumore polmonare non a piccole cellule (NSCLC) si è osservato l’effetto del THC e del CBD, utilizzati da soli o in combinazione, sulla proliferazione e l’espressione del recettore del fattore di crescita epidermico (EGFR).

Dallo studio è emerso che  i “livelli di espressione di CB1 e CB2 hanno un potenziale utilizzo come marker di sopravvivenza nei pazienti con NSCLC. THC e CBD hanno inibito la proliferazione e l’espressione dell’ EGFR nelle cellule tumorali polmonari studiate. Infine, la combinazione THC / CBD ha ripristinato il fenotipo epiteliale in vitro”.

https://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0228909