Il Dipartimento di Studi sulle Psicosi del Kings College di Londra ha condotto uno studio su 32 pazienti con un alto rischio di psicosi e 26 persone sane per sottoporle al test di stress sociale di Treviri (TSST). I 32 pazienti a rischio psicosi sono stati divisi in due gruppi: ad uno sono stati somministrati 600 mg di CBD al giorno per una settimana, all’altro un placebo.

Dal test di conversazione pubblica, a cui hanno partecipato i tre gruppi, è emerso che “il livello di ansia è stato più alto nel gruppo placebo e più basso nei pazienti del gruppo di controllo sano, mentre i pazienti trattati con il CBD hanno mostrato un “livello intermedio di cambiamento”.

Il risultato dello studio ha evidenziato che il  CBD ha ridotto i livelli ematici del cortisolo, l’ormone dello stress, e che “vale la pena progettare ulteriori studi che indaghino se il CBD possa essere usato per influenzare la risposta del cortisolo nei pazienti ad alto rischio clinico di psicosi e gli eventuali effetti che questo possa avere sui sintomi”.

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/31915861