Categoria: PUBBLICAZIONI

Potenziale efficacia del Cannabidiolo nel trauma cranico lieve

Potenziale efficacia del Cannabidiolo nel trauma cranico lieve

Le disfunzioni neurologiche rappresentano le maggiori conseguenze del trauma cranico (TBI). In particolare, comportamenti simil-ansiosi e sindromi da dolore cronico sono state associate alle forme lievi di TBI, in molti studi preclinici e clinici [1,2]. Attualmente, non sono disponibili strategie farmacologiche efficaci per il trattamento di tali disordini post-traumatici. In un recente studio pubblicato sulla rivista scientifica Frontiers in Pharmacology [3], è stato usato un approccio multidisciplinare che ha combinato strategie di valutazione volte a determinare gli effetti benefici del CBD sul comportamento, sui cambiamenti  biomolecolari e sulla modulazione del dolore cronico che si sviluppa in seguito al trauma. Allo stesso tempo, è stato valutato anche l’effetto benefico del CBD sull’ansia e sull’aggressività, fenomeni comunemente associati ai disordini post-traumatici. Tutte queste condizioni sfavorevoli condizionano la normale vita del paziente al punto da compromettere anche la sfera sociale.

(altro…)
CBD e dosaggi

CBD e dosaggi

Un numero sempre più importante di pubblicazioni ha evidenziato come il CBD possa svolgere un potenziale ruolo nel trattamento di innumerevoli condizioni patologiche [1,2]. Continua tuttavia a non essere chiaro quale sia la sua dose effettiva nel trattamento di ciascuna di esse.

Nel giugno del 2019 sul British Journal of Clinical Pharmachology la ricercatrice Sophie Anne Millar dell’Università di Nottingham (UK) ha pubblicato un interessante review [3] su quanto fino ad ora si è sperimentato in termini di dosaggi del CBD nella pratica clinica, cercando di fare chiarezza al riguardo.

Cerchiamo di capire insieme quali sono le conclusioni di questo rilevante lavoro.

(altro…)
Risultati incoraggianti sulle potenzialità terapeutiche dei cannabinoidi nel prurito cronico

Risultati incoraggianti sulle potenzialità terapeutiche dei cannabinoidi nel prurito cronico

Il prurito cronico è un sintomo disturbante che ha un grande impatto sulla qualità di vita di chi ne è affetto. Questo sintomo solitamente viene trattato mediante diversi approcci terapeutici, sulla base della condizione patologica che ne è alla base. Recenti evidenze hanno dimostrato l’efficacia dei cannabinoidi nel trattamento del prurito. Il sistema endocannabinoide è presente e funzionale all’interno di tutto il tessuto cutaneo e gli endocannabinoidi rivestono un ruolo nella regolazione dell’omeostasi tissutale in termini di differenziamento, sopravvivenza e proliferazione cellulare, oltre ad effetti antinfiammatori e analgesici. Gli studi degli ultimi anni, nel modello animale e nell’uomo, hanno evidenziato l’effetto benefico dei cannabinoidi (endocannabinoidi, fitocannabinoidi e cannabinoidi di sintesi) sul sintomo del prurito grazie alle diverse azioni di queste molecole sul sistema endocannabinoide cutaneo. 

L’articolo raccoglie lo stato dell’arte della ricerca clinica e preclinica sull’ azione dei cannabinoidi a livello cutaneo, con particolare focus sugli effetti nel prurito cronico. 

(altro…)
CBD e interazione con farmaci: cosa possiamo affermare con certezza

CBD e interazione con farmaci: cosa possiamo affermare con certezza

Nel corso degli ultimi anni, grazie alla pubblicazione di un numero considerevole di studi che hanno dimostrato come il Cannabidiolo (CBD), il cannabinoide non psicotropo della Cannabis, possa potenzialmente svolgere un ruolo per il trattamento di molte patologie, è aumentato sempre più il numero di consumatori che assumono CBD in concomitanza con i più svariati tipi di farmaci.

(altro…)
CBD nuova frontiera nel trattamento del dolore cronico

CBD nuova frontiera nel trattamento del dolore cronico

Trattare il dolore cronico con il CBD potrebbe rappresentare un nuovo approccio farmacologico non invasivo basato su un principio attivo ben tollerato e di origine naturale.

Il dolore è uno dei sintomi più comuni in diverse patologie ed è caratterizzato da una sensazione spiacevole che varia in base al fenomeno in corso che lo provoca e alle caratteristiche della persona che lo avverte. Il dolore può essere acuto – facilmente trattabile e, in genere, autolimitante – oppure cronico, spesso invalidante e su cui è difficile intervenire.

(altro…)