Uno studio condotto su 101 pazienti affetti da fibromialgia, seguiti presso il Laniado Hospital di Netanya e al Nazareth Hospital di Nazareth, Israele, ha dimostrato l’efficacia della Cannabis Medica nel ridurre il dolore e soprattutto l’utilizzo di farmaci antidolorifici.

I pazienti, per un periodo di 15 mesi, hanno consumato una quantità media mensile di 29 g di Cannabis Medica, assunta per il 54% dei partecipanti attraverso il fumo, per il 18% è stata inalata attraverso l’utilizzo di un vaporizzatore e il resto ha utilizzato diverse combinazioni.

Dallo studio è emerso che il 47% di tutti i partecipanti ha interrotto qualsiasi altro trattamento per la fibromialgia e il 51% ha ridotto la dose o il numero di farmaci.  

Il miglioramento medio del sonno e del dolore è stato di poco superiore al 77% con un miglioramento minore di altri parametri. 

Gli autori hanno concluso che la Cannabis Medica è un trattamento efficace per la fibromialgia, permettendo a quasi la metà dei pazienti di interrompere qualsiasi altro  trattamento.

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/32431124/