Categoria: PUBBLICAZIONI

Intervista a Livio Luongo

Intervista a Livio Luongo

La ricerca di base e preclinica sulla pianta di cannabis è fondamentale per conoscere le sostanze e i principi attivi che la caratterizzano e i meccanismi con cui agiscono sull’organismo. Livio Luongo è Professore Associato di Farmacologia all’Università degli studi della Campania “Luigi Vanvitelli”. Il Professor Luongo si occupa di ricerca nell’ambito delle malattie neuroinfiammatorie croniche, come il dolore neuropatico. I suoi studi si concentrano anche sulla manipolazione farmacologica del sistema endocannabinoide. 

Luongo è stato uno degli speaker delle precedenti edizioni delle Conferenza Cannabeta ed tra i relatori dell’edizione spagnola di Maggio riprogrammata per un nuovo appuntamento a causa dell’emergenza COVID-19. Luongo ha anticipato parte dei temi previsti per la Conferenza Cannabeta e ha raccontato alcuni degli aspetti più caratteristici del suo essere ricercatore.

(altro…)
Valutazione della stabilità ossidativa di un olio di semi di canapa (Cannabis sativa L.) ottenuto mediante spremitura a freddo

Valutazione della stabilità ossidativa di un olio di semi di canapa (Cannabis sativa L.) ottenuto mediante spremitura a freddo

L’olio di semi di canapa e il fenomeno dell’ossidazione 

I semi di canapa sono di grande interesse, sia perché disponibili come prodotti di una rinnovata coltura industriale, sia per il loro valore nutrizionale [1]. Inoltre, i principali acidi grassi polinsaturi presenti nei semi e nell’olio di semi di canapa sono l’acido linoleico (LA, 18: 2n-6) e l’acido linolenico (ALA, 18: 3n-3). Questi acidi grassi, appartenenti alla categoria dei polinsaturi (PUFA), sono noti come acidi grassi essenziali (AGE), perché devono necessariamente essere assunti con la dieta. Il rapporto in cui sono presenti nell’olio di semi di canapa è pari a 3:1 e risulta essere ottimale da un punto di vista nutrizionale [2].

(altro…)
Somministrazione di Cannabis Medica per via inalatoria e dispositivi medici per la vaporizzazione

Somministrazione di Cannabis Medica per via inalatoria e dispositivi medici per la vaporizzazione

La somministrazione attraverso la via polmonare si è rivelata il metodo più rapido per l’assunzione di cannabinoidi. 

A partire dagli anni ‘70 è stata presa in considerazione la tecnica della vaporizzazione, volta a somministrare cannabinoidi per via inalatoria. Questi composti, una volta vaporizzati, formano un aerosol formato da goccioline aventi una dimensione media di 0,64 µm, le quali vengono assorbite negli alveoli e successivamente a livello sistemico. 

Grazie alla possibilità di impostare la temperatura, i vaporizzatori presenti in commercio consentono di vaporizzare a temperature specifiche i principi attivi e quindi di selezionare quelli che si desidera assumere. 

(altro…)
Dos emociones

Dos emociones

Fondazione: 2014
Dove opera: Spagna
Numero membri: circa 1500
Mission: Divulgare conoscenza e consapevolezza sulle terapie mediche a base di cannabinoidi. Incoraggiare lo svolgimento di studi scientifici mirati a valutare l’efficacia di diverse terapie. Fornire uno spazio d’incontro per i pazienti, gli operatori sanitari e tutti gli interessati all’uso medico della Cannabis.
A chi si rivolge: principalmente i pazienti che utilizzano la Cannabis a fini terapeutici
Servizi e progetti: attività di consulenza e formazione rivolte a pazienti e personale sanitario
Partnership rilevanti: Regulación Responsable, Fundación Canna, MadFAC

(altro…)
Intervista a Carola Perez

Intervista a Carola Perez

Carola Perez è la direttrice dell’associazione Dos Emociones e dell’ Observatorio Español de Cannabis Medicinal (OECM), due organizzazioni distinte che lavorano nel campo della diffusione delle attuali conoscenze scientifiche sulla Cannabis. DosEmociones si rivolge in particolare alle persone che soffrono di varie malattie per le quali la Cannabis può comportare benefici. L’ OECM, d’altra parte, riunisce medici, ricercatori e, in generale, personale sanitario, e si impegna a far sì che il governo spagnolo stabilisca una normativa che regoli l’utilizzo della Cannabis terapeutica, con particolare attenzione alla distinzione tra uso medico e ricreativo. Alla guida di questi due ambiziosi progetti c’è Carola Perez. Il suo impegno per un uso legale e consapevole della Cannabis è nato anni fa. L’abbiamo intervistata e le abbiamo chiesto di raccontarci la sua storia e gli obiettivi che vuole raggiungere nei prossimi anni.

(altro…)
Biofilm batterico su lenti a contatto morbide: può il CBD contribuire a prevenirne la formazione?

Biofilm batterico su lenti a contatto morbide: può il CBD contribuire a prevenirne la formazione?

Il biofilm batterico: ruolo delle soluzioni detergenti

L’utilizzo continuato ed improprio delle lenti a contatto morbide può essere associato ad un maggiore rischio di infezione, dovuto anche alla formazione su queste superfici di biofilm batterici [1,2]. I biofilm sono comunità di batteri immersi in una matrice esopolisaccaridica prodotta dai microrganismi stessi che gli consente di aderire irreversibilmente alle superfici [2]. Queste “strutture” sono difficilmente eradicabili a causa della minore velocità di diffusione dei biocidi attraverso la matrice, caratteristica che li rende capaci di diventare tolleranti o resistenti agli antibiotici [3].  La prevenzione della formazione o, ancor meglio, l’eradicazione del biofilm microbico dalle lenti a contatto, quindi, sono fondamentali per mantenere la salute degli occhi di chi indossa questi dispositivi medici. Le soluzioni utilizzate per la detersione delle lenti devono essere, dunque, in grado non solo di inibire la crescita di agenti patogeni, ma anche di ridurre/prevenire la formazione di biofilm [4-6].

(altro…)