Fondazione: 2014
Dove opera: Spagna
Numero membri: circa 1500
Mission: Divulgare conoscenza e consapevolezza sulle terapie mediche a base di cannabinoidi. Incoraggiare lo svolgimento di studi scientifici mirati a valutare l’efficacia di diverse terapie. Fornire uno spazio d’incontro per i pazienti, gli operatori sanitari e tutti gli interessati all’uso medico della Cannabis.
A chi si rivolge: principalmente i pazienti che utilizzano la Cannabis a fini terapeutici
Servizi e progetti: attività di consulenza e formazione rivolte a pazienti e personale sanitario
Partnership rilevanti: Regulación Responsable, Fundación Canna, MadFAC

Dos emociones è una associazione nata in Spagna nel maggio 2014 con lo scopo di supportare tutte le persone che, a seguito di una particolare condizione di salute, desiderano informarsi sulle proprietà medicinali della Cannabis. Si tratta di una realtà costituita da “pazienti che aiutano altri pazienti”, creata apposta per colmare il vuoto che circonda troppo spesso le persone sofferenti e i loro cari. 

Dos emociones è impegnata da anni per divulgare le più recenti e corrette informazioni sull’uso medico della Cannabis e si rivolge in maniera diretta ai pazienti. Si tratta di un ruolo fondamentale in un contesto giuridico – quello spagnolo – che, a eccezione di farmaci come il Sativex, non ha ancora regolamentato l’uso medico della cannabis. La Cannabis, ci tengono a ricordare gli stessi membri dell’associazione, non è la panacea per ogni male ma, in molti casi, rappresenta una valida opzione terapeutica. Per Dos emociones, il rigore e la veridicità delle informazioni sono essenziali. Uno degli obiettivi primari dell’associazione è infatti quello di “ripulire” l’ecosistema informativo che ruota attorno alla Cannabis, spesso costituito da falsi miti e paure che per anni hanno inquinato il dibattito sociale e scientifico sul tema. A Dos emociones, infatti, giungono innumerevoli richieste di informazioni da tutta la Spagna, da parte di quei pazienti che si sentono disorientati davanti alla mole di informazioni presentate di frequente in maniera confusionaria. Parità ed empatia verso la sofferenza altrui sono le colonne portanti su cui poggia il lavoro di Dos emociones, che riserva anche una particolare attenzione al mondo femminile: il 75% delle persone che fanno parte dell’associazione è costituito da donne.

Al fianco dei pazienti e non solo

Dos emociones è impegnata anche nella creazione di spazi di dibattito in cui tutti quei pazienti che desiderano affiancare la Cannabis ai loro trattamenti medici possono ricevere tutte le informazioni necessarie. Secondo Dos emociones, infatti, chiunque deve avere il diritto di impiegare la Cannabis all’interno di un percorso terapeutico in maniera efficace e consapevole. Per giungere a questo scopo, l’associazione è impegnata in un’attività di divulgazione sulle peculiarità dei vari cannabinoidi e sul loro impiego, sul dosaggio, su eventuali rischi e sulla corretta somministrazione. Allo stesso tempo, Dos emociones fornisce supporto anche al personale sanitario, grazie a incontri e forum in cui si discute in merito alla legalità del consumo, ai metodi di somministrazione più efficaci e sulla vasta gamma di trattamenti che possono essere impiegati. 

L’attività di Dos emociones è a tutto campo. L’associazione organizza conferenze e incontri incentrati su particolari patologie (dolore cronico, cancro ed epilessie che colpiscono in età infantile sono solo alcuni degli esempi), corsi per l’auto-coltivazione e analisi gratuite della cannabis in possesso dei pazienti. Si tratta di un impegno portato avanti da anni e che ha come unico essenziale scopo il benessere del paziente. I traguardi non sono mancati. Nel 2018 i pazienti che si sono rivolti a Dos emociones erano 255. Un anno dopo, nel 2019, le persone che hanno scelto di collaborare con l’associazione erano già più di 1000.

Per approfondimenti: intervista alla fondatrice Carola Pérez.


Autore: Redazione