Uno studio condotto dai ricercatori della Johns Hopkins University School of Medicine di Baltimora, USA, ha riportato che i pazienti che usano Cannabis Medica presentano una migliore qualità di vita (QOL) e una maggiore soddisfazione per la salute rispetto ai non consumatori. La ricerca é stata effettuata attraverso un’indagine online trasversale e longitudinale che ha coinvolto 1276 partecipanti nel periodo tra Aprile 2016 a Febbraio 2018. 

Il gruppo dei consumatori di Cannabis (n = 808) é stato confrontato con i non consumatori ( gruppo di controllo, n = 468) con modelli matematici che testavano l’effetto dell’inizio, della cessazione e del mantenimento dell’uso di Cannabis. I partecipanti sono stati invitati via mail per completare le valutazioni di follow-up ogni 3 mesi.

I pazienti consumatori di Cannabis hanno riportato un QOL significativamente migliore, una maggiore soddisfazione per la salute, migliore qualitá del sonno, minore severitá di dolore, minore ansia e depressione rispetto al gruppo di controllo. Inoltre, hanno riferito di usare meno farmaci con obbligo di prescrizione medica.  

Gli autori hanno concluso che: “i test longitudinali suggeriscono che le differenze di gruppo possono essere dovute all’uso medico della Cannabis. Sebbene la distorsione legata alle credenze preesistenti in merito ai benefici per la salute della Cannabis debba essere presa in considerazione, questi risultati indicano che sono giustificati studi clinici che valutano l’efficacia di determinati prodotti a base di cannabinoidi per specifiche condizioni di salute”. 

https://www.liebertpub.com/doi/full/10.1089/can.2019.0096